Come uscire dai debiti e vivere più felici

di GianniPug 1

Nei secoli scorsi la vita del debitore era certamente molto dura. Chi contraeva debiti, e alla fine non onorava gli impegni, rischiava di mettere in pericolo la propria vita

Nei secoli scorsi la vita del debitore era certamente molto dura. Chi contraeva debiti, e alla fine non onorava gli impegni, rischiava di mettere in pericolo la propria vita. Chi ha letto Il Mercante di Venezia, sa benissimo che il ricco usuraio ebreo Shylock, nel momento in cui accorda il prestito a Bassanio, in cambio chiede una libbra di carne di Antonio, che fa da garante al proprio amico. Oggi i tempi sono cambiati: la vita per i debitori non è semplice, ma la strada per venirne fuori può diventare praticabile e soprattutto meno dolorosa.

In Italia, a partire dal 18 gennaio 2013 il sovraindebitamento può essere una condizione superabile. Certo, la nuova procedura dettata dalla legge 212 del 2012, entrata in vigore dallo scorso dicembre, che ha integrato la legge 3 del 2012 (Salva Italia), prevede nomi tutt’altro che rassicuranti, come l’esdebitazione o fallimento dei consumatori, ma è davvero possibile chiudere con i debiti del passato e iniziare una nuova vita più felice senza conseguenze civili o penali pregiudizievoli.

FAMIGLIE ITALIANE SOVRAINDEBITATE SONO 160.000 SECONDO BANKITALIA

In sostanza con la nuova procedura, chi ha debiti non più sostenibili può chiudere con il passato pagando solo ciò che è nelle proprie possibilità per poi ripartire in una nuova attività senza essere schiacciati dal precedente fardello debitorio. In questo modo avviene una sorta di “fallimento ordinato”, che può essere vantaggioso anche per i creditori.

MUTUO: QUANDO CONVIENE RIMBORSARLO ANTICIPATAMENTE?

Per accedere a questa procedura è necessario entrare in una condizione di sovraindebitamento, definito come “perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte che determina la rilevante difficoltà di adempiere le proprie obbligazioni, ovvero la definitività incapacità di adempierle regolarmente”.

Commenti (1)

  1. Ultimamente ho trovato un articolo interessantissimo su come uscire dai debiti. Sviluppa un concetto meraviglioso, quello della parsimonia legato all’economia. Dice in sostanza che spesso ci ritroviamo ad avere problemi di debiti perché spendiamo (in realtà buttiamo proprio via) i soldi comprando cose che ci sembrano indispensabili sul momento, ma che a veder bene si rivelano inutili, solo che quando te ne accorgi è troppo tardi e finisci a rifarlo all’infinito in un loop distruttivo. Essere parsimoniosi invece non significa non spendere più soldi, ma fare quel salto di consapevolezza necessario alla comprensione di cosa realmente abbiamo bisogno e di cosa invece compriamo per abitudine di consumo. È fortissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>