Famiglie italiane sovraindebitate sono 160.000 secondo Bankitalia

di GianniPug Commenta

In base alla ricerca di Bankitalia, dal titolo “L’indebitamento delle famiglie italiane dopo la crisi del 2008”, è emerso che attualmente in Italia ci sono ben 160mila famiglie sovraindebitate, che corrispondono allo 0,6% del totale

In base alla ricerca di Bankitalia, dal titolo “L’indebitamento delle famiglie italiane dopo la crisi del 2008”, è emerso che attualmente in Italia ci sono ben 160mila famiglie sovraindebitate, che corrispondono allo 0,6% del totale. Il sovraindebitamento viene definito come la “definitiva incapacità del debitore di adempiere le proprie obbligazioni”. Dall’indagine emerge che l’85% di queste famiglie ultra-indebitate ha grossi problemi a sbarcare il lunario, mentre nel restante 15% dei casi arriva a fine mese con qualche difficoltà.

Un terzo delle famiglie sovraindebitate si trova in queste condizioni di disagio economico-finanziario perché ha stipulato un contratto di credito al consumo o un mutuo o un finanziamento personale. Meno del 40% delle famiglie con eccessivo carico di debiti ha invece una rata elevata in percentuale sul proprio reddito. Ciò vuol dire che anche quelle famiglie con una rata al 30% del reddito alla fine riscontrano problemi per arrivare a fine mese.

Dal 2008 al 2010 il numero delle famiglie sovraindebitate è sceso. Si tratta, però, di un dato che deve tener conto delle maggiori difficoltà per accedere al credito per famiglie con basso redito e per i lavoratori autonomi. Il livello di sostenibilità del debito non è peggiorato, anzi il peso della rata del mutuo sul reddito di famiglie a basso reddito è diminuito.

Per il 2012 si stima che la domanda di credito dovrebbe scendere con decisione e che il reddito disponibile dovrebbe calare complessivamente del 2% in termini nominali. La vulnerabilità dele famiglie sovraindebitate dovrebbe rimanere stabile rispetto allo scorso anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>