Mutuo quando conviene rimborsarlo anticipatamente?

di GianniPug Commenta

Nelle passività delle famiglie italiane la voce più rilevante è quella dei debiti accesi pr finanziare l’acquisto di una casa

Nelle passività delle famiglie italiane la voce più rilevante è quella dei debiti accesi pr finanziare l’acquisto di una casa. Oggi il problema della gestione del mutuo è molto sentito soprattutto dalle famiglie più giovani, che devono fare i conti con la precarietà del mondo del lavoro, tasse in costante aumento e redditi su livelli minimi. E’ chiaro che il punto di partenza per gestire correttamente un mutuo è sceglierne uno che possa essere rispondere alle caratteristiche della famiglia, valutando la durata e il tasso.

Il mutuo è un debito che ci si porta dietro per buona parte della propria vita, essendo le scadenze mediamente almeno ventennali. Quindi, è fondamentale per la famiglia gestire al meglio questa situazione debitoria senza ripercussioni sulla vita di tutti i giorni. Un punto molto importante è la restituzione del capitale. L’interesse sul debito è più alto di quello che solitamente si ottiene da attività finanziarie più liquide.

MUTUI: SPECULAZIONE DELLE BANCHE SUI TASSI

Oggi il costo di un mutuo a tasso fisso si aggira intorno al 5,7%, mentre il tasso variabile “pesa” solo il 3,7% (ma in futuro i tassi dovrebbero aumentare visto che l’Euribor è sui minimi di sempre). Il tasso su un Bot annuale è oggi inferiore all’1%. Quindi, se una famiglia ha un “tesoretto” di liquidità, conquistato attraverso un’eredità o una donazione dei propri cari, dovrebbe usare questo denaro per ripagare il debito anticipatamente (tra l’altro senza costi).

EURIBOR PUO’ SALIRE FINO ALLO 0,5% A FINE 2013

Le famiglie con un debito e contestualmente con attività liquide hanno mediamente disponibilità immediate per 15.000€. Se venisse usata la liquidità in eccesso per estinguere una parte del mutuo, il risparmio annuo sarebbe mediamente di 705€ l’anno per un tasso fisso e di 405€ l’anno per un variabile, ovvero cifre che corrispondono al doppio o al triplo dell’Imu pagata sulla prima casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>