Prestito Ecologico per incentivare l’energia green

di Vito Verna Commenta

Sulla scorta, dunque, della detrazione fiscale del 55% e degli incentivi riconosciuti dal Gestore dei Servizi Energetici Intesa Sanpaolo avrebbe dunque deciso di proporre tutta una serie di finanziamenti grazie ai quali chiunque potrà cercare di ottener un prestito compreso tra i 2.500 ed i 100.000 euro.

Si chiama prestito ecologico e, come forse avrete già avuto modo di appurare, sarebbe l’innovativa linea di prodotti che uno dei più importanti istituti di credito italiani, ovverosia Intesa Sanpaolo, avrebbe messo a disposizione di tutti i nuovi e vecchi clienti, sulla base delle precise e puntuali indicazioni contenute nel Piano Energetico Nazionale, per incentivare la diffusione, la conoscenza e l’utilizzo, tra tutta la popolazione italiana, delle più evolute tecnologie di risparmio energetico.

COME RISPARMIARE SULL’ELETTRICITA’ CON I LED

Sulla scorta, dunque, della detrazione fiscale del 55%, riconosciuta al contribuente nel caso in cui decida di riqualificare la propria abitazione così che quest’ultima possa avere il più basso impatto ambientale possibile, e degli incentivi riconosciuti dal Gestore dei Servizi Energetici, grazie al cosiddetto Conto Energia, a chiunque installi almeno un pannello fotovoltaico sul tetto della propria abitazione, Intesa Sanpaolo avrebbe dunque deciso di proporre tutta una serie di finanziamenti, adatti sia alle più differenti disponibilità economiche che alle più differenze esigenze, grazie ai quali chiunque, previa l’ovvia e consueta verifica della propria posizione fiscale/economica/finanziaria, potrà cercare di ottener un prestito compreso tra i 2.500 ed i 100.000 euro.

COME RISPARMIARE 1.000€ L’ANNO SULLE BOLLETTE

Questo sostanzioso prestito, una volta ottenuto, potrà poi venir restituito alla banca in comode rate mensili in un arco temporale compreso tra gli 8 ed i 15 anni (da calcolarsi a seconda sia dell’entità del prestito che delle finalità del prestito) e, in particolar modo, potrà venir utilizzato per acquistare/rinnovare/sostituire/ristrutturare:

– il proprio impianto fotovoltaico

– il proprio impianto solare termico

– la propria caldaia

– i propri elettrodomestici

– la propria autovettura

– la propria abitazione (lavori di coibentazione e simili).

COME RISPARMIARE SUL CONSUMO D’ACQUA ED EVITARE GLI SPRECHI

Rispondi