Come risparmiare sull’assicurazione auto

di Vito Verna 3

Come risparmiare sulla RC Auto, ovvero 5 consigli per scegliere la nostra prossima assicurazione.

Tutti noi, in quanto automobilisti coscienziosi, dobbiamo sottoscrivere una polizza RC Auto che ci tuteli, e che tuteli gli altri, nel momento in cui ci mettiamo alla guida del nostro veicolo.

Molto spesso, però, la sottoscrizione della stessa viene vista più come una coercizione piuttosto che come un’opportunità.

OFFERTE POLIZZE RC MOTO


La questione, in realtà, è più semplice di quanto si possa credere giacché il problema vero, più che quello del costo in sé della polizza, comunque decisamente elevato, è quello della nebulosità, della poca chiarezza di un mondo che, invece, dovrebbe essere cristallino, lasciandoci l’opportunità di intravedere le varie possibili alternative e di scegliere, infine, in piena coscienza.

Per aiutarvi a districarvi in questa realtà confusa, nonché per cercare di farvi risparmiare il più possibile, vi presentiamo una guida, in 5 brevi punti, che vi possa aiutare nella scelta della vostra prossima assicurazione auto.

CONSIDERARE L’OPPORTUNITÀ DI SOTTOSCRIVERE UNA POLIZZA ONLINE

Molti, più per pigrizia che per vero disinteresse, non prendono mai in considerazione l’opportunità di sottoscrivere un’assicurazione online. Eppure, le principali compagnie assicurative italiane e straniere (ricordiamo, a mo’ d’esempio, Genialloyd, del gruppo Allianz Assicurazioni e Direct Line, del gruppo Royal Bank Of Scotland), offrono efficienti servizi online grazie ai quali, in pochi minuti, è possibile compilare un preventivo e sottoscrivere una polizza.

Questa snella struttura, che non prevedere alcun costo per la gestione del personale, la manutenzione e l’affitto dei locali, e simili spese gravanti sulle realtà assicurative tradizionali, consentono alla compagnia di tagliare i costi e, dunque, offrire polizze vantaggiosissime ai clienti.

CONSIDERARE LA LEGGE BERSANI 2 APRILE 2007 N° 40

Questa legge, inserita nel cosiddetto progetto delle liberalizzazioni avviate dall’allora ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani, consente di risparmiare, davvero moltissimo, sulla RC Auto. Nel caso in cui, infatti, si dovesse sottoscrivere una polizza auto senza esserne intestatari, si potrebbe richiedere, infatti, l’opportunità di vedersi inserire nella classe di merito più bassa presente nel nucleo familiare. Così facendo, in pratica, il neopatentato può rientrare nella classe di merito della madre o del padre, scegliendo, ovviamente, di assicurarsi con il membro della famiglia che presenta la classe di merito più bassa, evitando, così, di partire dal livello 14 e di pagare una cifra eccessiva.

ACQUISIRE QUANTI PIÙ PREVENTIVI POSSIBILI

Prima di procedere alla sottoscrizione della polizza sarebbe bene, infatti, procurasi, preso le agenzie della propria zona di residenza, di quanti più preventivi possibili, ovviamente passibili di applicazione della Legge Bersani, così da avere un’idea, quanto più precisa possibile, sulle proposte del mercato, sull’eventuale presenza di accessori offerti gratuitamente (quali l’assistenza in tutta Europa, la polizza cristalli e quant’altro) e sulla corrispondenza dei valori presentati alle nostre esigenze

PREVENTIVATORI ONLINE

Nel caso in cui si sia più dinamici, e si vogliano ottenere più preventivi di quanti se ne possano raccogliere girovagando di agenzia in agenzia, sarebbe bene compilare i molti questionari disponibili online che, in pochi istanti, possono restituirci un confronto, reale, delle varie possibilità offerteci dal mercato.

CONSIDERARE L’OPPORTUNITÀ DI SOTTOSCRIVERE UNA POLIZZA IN ESCLUSIVA

Nel caso in cui si sia il proprietario del veicolo, l’intestatario della polizza e unico conducente, sottoscrivere una formula che tuteli questa combinazione di valori, e sul mercato, di offerte simili, ve ne sono davvero molte, potrebbe risultare essere davvero molto conveniente.

Commenti (3)

Rispondi