Come calcolare la rata Imu giugno 2013

di GianniPug Commenta

L’acconto Imu di giugno 2013 è stato sospeso per l’abitazione principale e i terreni agricoli. Per il resto, non essendo stata trovata una copertura del fabbisogno, la rata dovrà essere regolarmente pagata come accaduto già lo scorso anno

L’acconto Imu di giugno 2013 è stato sospeso per l’abitazione principale e i terreni agricoli. Per il resto, non essendo stata trovata una copertura del fabbisogno, la rata dovrà essere regolarmente pagata come accaduto già lo scorso anno. Quando mancano ormai meno di venti giorni all’appuntamento del versamento dell’imposta, sembra essersi risolto il rebus delle aliquote da utilizzare per il calcolo della rata Imu di giugno 2013. Innanzitutto, l’acconto Imu si pagherà utilizzando l’aliquota deliberata dal singolo Comune per il 2012, comprese le detrazioni ove applicabili.

Se non sono avvenute modifiiche nel patrimonio immobiliare o nella destinazione d’uso dell’immobile, per non sbagliare i calcoli basterà tagliare in due il conto 2012. Già, proprio così. Sarà sufficiente dividere a metà il totale pagato tra acconto e saldo per ogni immobile nell’intero anno 2012 e versare l’importo entro il prossimo 17 giugno. E’ quanto emerge dal provvedimento di conversione del decreto legge 35/2013, già votato alla Camera.

SOSPENSIONE RATA IMU GIUGNO 2013

Il provvedimento è ora già sotto la lente del Senato, che dovrà approvarlo definitivamente entro il 7 giugno 2013. Insomma, la conversione in decreto legge arriverà davvero in extremis a dieci giorni dalla scadenza del termine del pagamento dell’acconto Imu. Un vero e proprio pasticcio della burocrazia italiana, che non consente ai cittadini di ricevere le informazioni in modo tempestivo e adeguato.

IN ITALIA SI LAVORA FINO A LUGLIO SOLO PER PAGARE TASSE ALLO STATO

Peer pagare l’acconto Imu 2013 non servirà verificare le aliquote, visto che sono pochissimi i Comuni italiani ad averle approvate in via definitiva. Il saldo 2013 sarà calcolato, invece, sulla base delle delibere comunali che saranno pubblicate il 16 ottobre prossimo. Al saldo si affiancherà l’eventuale conguaglio rispetto alla prima rata. Da quest’anno l’Imu è un’imposta completamente comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>