Bonus energia 2012

di Stefania Russo Commenta

L'Autorità per l’energia elettrica e il gas ha annunciato che nel corso del 2012 gli italiani si vedranno recapitare bollette energetiche..

L’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha annunciato che nel corso del 2012 gli italiani si vedranno recapitare bollette energetiche più care rispetto allo scorso anno, basti pensare che la stessa Autorità ha stimato un aumento in media di 53 euro a famiglia per il solo primo trimestre dell’anno.

Per fronteggiare questo rincaro è consigliabile mettere in pratica i vari suggerimenti che consentono di risparmiare sulla bolletta del gas e di risparmiare sulla bolletta della luce. Se si è in possesso dei requisiti reddituali previsti, inoltre, è possibile accedere al cosiddetto bonus energetico e che per il 2012 è stato ulteriormente innalzato rispetto allo scorso anno.

RISPARMIARE SUI CONSUMI DELLE CALDAIE

Il bonus elettrico è stato infatti incrementato del 12% rispetto allo scorso anno. In questo caso l’ammontare del bonus a favore delle famiglie che versano in una situazione di disagio economico varia a seconda del numero di componenti del nucleo familiare, in particolare: per 1-2 componenti è previsto un bonus di 63 euro, per 3-4 componenti è previsto un bonus di 81 euro, per le famiglie oltre i 4 componenti è previsto un bonus di 139 euro, mentre per le famiglie in cui è presente una persona con gravi disagi fisici il bonus è di 155 euro.

RISPARMIARE SUL COSTO DEL RISCALDAMENTO DOMESTICO

Al bonus gas è invece stato applicato un aumento del 20%. In questo caso l’ammontare varia in base alla zona climatica di appartenenza, suddivise dalla “A” alla “F” in base alle temperature medie. Una famiglia composta da tre persone che ha diritto al bonus, ad esempio, avrà un bonus pari 220 euro se vive in una zona climatica F, di 173 euro se vive in una zona climatica E, di 139 euro se vive in una zona climatica D, di 105 euro se vive in una zona climatica C e di 85 euro se vive in una zona climatica A o B.

Le persone in possesso dei requisiti previsti per tali bonus devono compilare apposito modulo di domanda, scaricabile da sito dell’Autorità per l’energia, dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico oppure reperibile presso il proprio Comune, e consegnarlo al proprio Comune di residenza oppure ad altro ente autorizzato, tra cui figurano i CAF.

Rispondi