Gratta e Vinci Buon Compleanno

di Stefania Russo 2

Il Gratta e Vinci Buon Compleanno offre l'opportunità di aggiudicarsi una delle vincite senza dubbio più ambite dagli italiani, ossia un premio...

Il Gratta e Vinci Buon Compleanno offre l’opportunità di aggiudicarsi una delle vincite senza dubbio più ambite dagli italiani, ossia un premio in denaro immediato del valore pari a 100.000 euro e una rendita annua pari a 15.000 euro che verrà corrisposta al vincitore il giorno del suo compleanno per ben 20 anni, al termine dei quali verrà anche pagato un bonus finale di 15.000 euro.

GRATTA E VINCI PIÙ VINCENTI

Davvero niente male per un biglietto che costa solo 3 euro e che offre ben due opportunità. Su ciascun Gratta e Vinci Buon Compleanno sono infatti stampati due giochi: il primo è una torta in cui bisogna grattare le candeline, se compaiono uno o più numeri uguali a quelli che si nascondono sotto le monetine “numeri vincenti” si vince l’importo indicato sotto il numero o, in caso di più numeri, la somma degli importi indicati. Il premio massimo di cui abbiamo parlato di vince se sotto le candeline si trova due volte la scritta “Buon Compleanno”. Il secondo gioco è invece quello dei simboli fortunati, in cui si vince il premio indicato sotto il pacchetto regalo se sotto i palloncini colorati si nascondono due simboli uguali.

VINCITE GRATTA E VINCI ONLINE

Oltre al premio massimo di cui abbiamo già parlato, il Gratta e Vinci Buon Compleanno consente di vincere anche altri premi in denaro e di importo pari a 1.000 euro, 500 euro, 100 euro, 50 euro, 15 euro, 10 euro, 5 euro e 3 euro.

La vendita del Gratta e Vinci Buon Compleanno è iniziata il 7 febbraio 2011 e il primo vincitore del vitalizio ventennale è arrivato solo pochi giorni dopo, il 26 febbraio 2011.

Commenti (2)

  1. Salve. Vorrei solo dire che ho vinto 35 euro, col “Buon Compleanno”.
    Sì,lo so che non mettono a posto la casa,che non bastano neanche per il tergicristalli di una macchina… ma sempre meglio aver vinto qualcosa,che aver speso 3 euro ed esserseli mangiati!

Rispondi