Quanto costa indebitarsi per finanziare le vacanze 2013

di ND82 Commenta

La crisi economica in Italia continua a mordere, senza mollare la presa. La disoccupazione è a livelli record, soprattutto tra i giovani, e la ricchezza delle famiglie continua ad assottigliarsi velocemente

banca

La crisi economica in Italia continua a mordere, senza mollare la presa. La disoccupazione è a livelli record, soprattutto tra i giovani, e la ricchezza delle famiglie continua ad assottigliarsi velocemente. C’è sempre meno denaro a disposizione, così molte famiglie sono costrette a indebitarsi per finanziare le proprie vacanze. C’è chi parla semplicemente di effetto-crisi, ma alcuni studiosi rilevano anche un cambiamento culturale in corso. Secondo quanto risulta dall’osservatore del comparatore online Facile.it, l’importo medio dei prestiti richiesti per le vacanze ammonta a 4.700 euro.

Nello stesso periodo dello scorso anno la quota era più bassa a 4.100 euro. E’ chiaro che si tratta di una piccolissima quota del totale dei prestiti personali erogati in Italia, passato allo 0,83% dallo 0,7%, ma qualche analista consiglia di non sottovalutare questo tema. D’altronde, Facile.it sottolinea che indebitarsi per le vacanze può costare caro alle finanze familiari nel lungo periodo.

VACANZE 2013 LOW COST

Per rimborsare il prestito ottenuto per la vacanza, bisognerebbe in media pagare ogni mese una rata superiore ai 218 euro per un finanziamento dalla durata di 2 anni. La rata scenderebbe a 120 euro nel caso in cui la durata del prestito fosse pari a 4 anni. I preventivi sono stati cacolati il 17 giugno 2013 su Facile.it, simulando la richiesta di 4.700 euro avanzata da un dipendente di un’azienda privata per finanziare la propria vacanza.

MIGLIORI PRESTITI PERSONALI A GIUGNO 2013

La finanziaria che chiede di più per una durata di 24 mesi è Consel: Taeg 11,81% e rata mensile di 218,84 euro. Con Compass il Taeg sale al 12,36%, ma la rata mensile è di 218,83 euro. Infine, con Fiditalia il teag è del 12,08%, la rata mensile di 217,32 euro. L’importo della rata scende di oltre il 40% per una durata biennale del prestito e di oltre l’80% se si arriva a 4 anni.

Rispondi