Come aiutare le famiglie in crisi

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Il “Percorso Famiglia” secondo l’Associazione di Consumatori Adoc rappresenta finalmente un rilevante punto di svolta per difendere i nuclei familiari dai gravi effetti della crisi.

Le famiglie italiane sono sempre più oppresse dalla crisi finanziaria ed economica, e di conseguenza aumentano le difficoltà a far quadrare il bilancio a fine mese. Per uscire dalla crisi c’è però ora “Percorso Famiglia“, un progetto caratterizzato da un insieme di interventi a favore dei consumatori nell’ambito di un’iniziativa congiunta tra le Associazioni dei Consumatori, l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) ed il Governo italiano.

Nato anche a seguito di un intervento da parte di Andrea Riccardi, che nel Governo Monti ricopre la carica di Ministro della Cooperazione internazionale e dell’Integrazione con la delega alla famiglia, il “Percorso Famiglia” secondo l’Associazione di Consumatori Adoc rappresenta finalmente un rilevante punto di svolta per difendere i nuclei familiari dai gravi effetti della crisi.



PAGARE MENO TASSE

Con “Percorso Famiglia” ci si spinge dove oramai ad esempio i genitori non arrivano nel mantenimento dei propri figli e, in generale, nell’acquisto di un immobile o nel pagamento delle spese obbligate.

LE TASSE PIU’ ASSURDE

Gli aiuti mirati con “Percorso Famiglia” riguardano infatti gli studenti, i nuovi nati ed anche l’acquisto della prima casa ad uso residenziale al fine di contribuire al superamento della crisi che attraversa il nostro Paese.

Rispondi