Agli italiani torna l’appetito per il mattone

di ND82 Commenta

Secondo quanto emerge da una recente indagine condotta dal portale Immobiliare.it, agli italiani sembra essere finalmente tornato l’appetito per il mattone, in passato il vero grande amore delle famiglie del Belpaese

Secondo quanto emerge da una recente indagine condotta dal portale Immobiliare.it, agli italiani sembra essere finalmente tornato l’appetito per il mattone, in passato il vero grande amore delle famiglie del Belpaese. Sebbene la cautela di molte famiglie resta elevata, complice la crisi economica e la fiducia su livelli minimi, nel primo trimestre è stata riscontrata una maggiore propensione all’acquisto di una casa. Aumenta, dunque, il numero degli italiani convinti che questo sia un buon momento per comprare casa, tanto che il tasso di propensione all’acquisto ha superato la soglia psicologica del 50%.

Infatti, nei primi tre mesi dell’anno è stata evidenziata una crescita al 55%, con un incremento di ben sei puni percentuali rispetto a dodici mesi fa. Carlo Giordano, amministratore delegato di Gruppo Immobiliare.it, ha sottolineato che “da un lato torna la voglia di guardare al mercato della casa, consapevoli che questo sia tempo per trovare buone occasioni di investimento, dall’altro resta costante l’idea che vendere ciò che già si possiede sia poco remunerativo”.

MATTONE TORNA AI LIVELLI DEGLI ANNI ‘80

L’esperto ritiene che questo comportamento di resistenza alla vendita sia dettato dal fatto che c’è difficoltà a trovare un acquirente. Ad ogni modo, secondo Giordano, “sono queste due variabili i fattori che il settore deve tenere a mente nel suo tentativo di trovare una soluzione alla forte contrazione del mercato registrata nel 2012”.

PREZZI DELLE CASE IN CALO DEL 5% NEL 2013 SECONDO NOMISMA

Rispetto allo scorso anno, la percentuale degli italiani che pensa che questo non sia un buon momento per vedere è salita al 72%, mentre solo il 12% è convinto che sia giunto il tempo di vendere. Un altro 10,5% ritiene che sia meglio attendere un altro anno prima di vendere casa. Per quanto riguarda le quotazioni degli immobili, vola sopra il 60% il numero di italiani che credono in un’ulteriore discesa dei prezzi, mentre dodici mesi fa si era al 39,3%.

Rispondi