Psoriasi, visite gratuite per la Giornata Mondiale

di Ma.Ma. Commenta

Visite gratuite per la Giornata Mondiale della Psoriasi che si celebrerà il 29 ottobre. E tanti saranno in Italia gli istituti che forniranno ai pazienti la possibilità di un consulto con un esperto per eventualmente diagnosticare per tempo questa malattia e provvedere subito a una cura.


Roma, Como, Milano, Firenze, saranno tantissime le città che hanno deciso di mettere al servizio del paziente personale esperto. La psoriasi è una malattia infiammatoria della cute ad andamento cronico, che colpisce all’incirca il 4% della popolazione mondiale. Uomini e Donne vengono colpiti indistintamente. Tra coloro che soffrono di psoriasi, tanti sono anche quelli che provano imbarazzo nel mostrare la pelle, duramente provata dalla malattia, agli altri.

Una pronta diagnosi è importante ma, visto che la crisi in Italia non accenna a diminuire, sono anche tanti coloro che rinunciano alle cure e a una visita che invece si rivelerebbe indispensabile per una diagnosi tempestiva e efficace. Ecco dunque che l’occasione di consultare un medico esperto in modo totalmente gratuito è una occasione da sfruttare per risparmiare senza rinunciare alla salute.

3 CONSIGLI UTILI PER FARE ECONOMIA

Come dicevamo, saranno tante le città che prenderanno parte a una iniziativa lodevole tutta votata al risparmio e alla salute. Ecco allora che il consiglio è quello di consultare gli istituti sanitari della vostra zona per capire dove sarà possibile effettuare visite gratuite e dunque risparmiare. Ketty Peris, Responsabile UOC Dermatologia del Policlinico A. Gemelli e Ordinario di Dermatologia dell’Università Cattolica, dice:

In Italia la psoriasi colpisce oltre 2,5 milioni di persone.  Si tratta di una malattia infiammatoria cronica (né infettiva, né contagiosa), caratterizzata da fasi di remissione alternati a fasi di peggioramento, che può colpire persone di tutte le età, dai bambini agli anziani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>