Come aprire un negozio di prodotti sfusi

di GianniPug 3

I negozi che vendono i prodotti cosiddetti “alla spina” vendono dal detersivo, alla pasta, all'olio, al vino e via dicendo, senza la confezione industriale..

Da qualche anno a questa parte, in alcune zone d’Italia sono sorti i primi negozi che vendono i prodotti sfusi, ossia senza l’ingombro delle confezioni che permettono di contrastare due grandi problemi: la sovrapproduzione di immondizia e risparmiare sui costi.

I negozi che vendono i prodotti cosiddetti “alla spina” vendono dal detersivo, alla pasta, all’olio, al vino e via dicendo, senza la confezione industriale e quindi a peso, che significa che si paga soltanto il peso netto del prodotto e non anche la tara.
Quindi questo significa che questa tipologia di vendita è in grado di abbattere i costi, permettendo così al consumatore finale di aver un risparmio notevole sulla spesa quotidiana, arrivando persino a risparmiare fino al 70%, anche perchè c’è l’opportunità di comprare quello che realmente serve, senza sprechi.



Seconda cosa, ma sicuramente non meno importante, l’eliminazione delle confezioni permette di eliminare milioni di imballaggi e una conseguente riduzione dell’immondizia prodotta; questo perchè le confezioni sono biodegradabili e riciclabili quindi utilizzabili anche per più volte.

La prima regione che ha dato il via a questo progetto ecosostenibile è stato il Piemonte che nel 2006 ha sovvenzionato un progetto per la vendita alla spina dei detersivi con il quale è possibile risparmiare sui detersivi.

Negli anni questa moda ha preso piede e, oltre ai negozi interamente strutturati per la vendita sfusa, esistono anche dei corner shop all’interno dei supermercati della catena delle grande distribuzione.

Ad esempio vi sono i cosiddetti “Ecopoint”, all’interno dei supermercati Crai dive è posizionata una struttura che sembra un organo a canne, in cui vi sono diverse tipologie di prodotti che si possono acquistare nella dose che si vuole, semplicemente tirando una leva e posizionando al di sotto un sacchetto della dimensione indicata.
Attualmente esistono 13 punti vendita della Crai strutturati in questo modo, ma l’idea è quella di poter espandersi presso tutti i punti vendita.

E’ un mercato in continua crescita e sarebbe un’ottima idea investire un capitale per aprirne uno (gli spazi che servono sono molto ridotti in quanto sarebbero dei dispenser a parete) anche perchè non richiedono molto personale ed è un modo innovativo ed intelligente di far la spesa, sia perchè si rispetta l’ambiente, sia perchè si abbattono i costi sulla spesa di più della metà.

COME APRIRE UN NEGOZIO DI PRODOTTI SFUSI

Dopo aver fatto una breve introduzione, vediamo come aprire un negozio di prodotti sfusi. Innanzitutto occorre decidere se iniziare la commercializzazione di prodotti culinari o prodotti legati alla pulizia: la differenza non è così sottile anche perchè per poter manipolare cibi e bevande è necessario dimostrare di avere un locale a norma non umido e ad una temperatura idonea ai cibi.

Il consiglio è quello di aprire un negozio con un sufficiente passaggio, ci deve essere la possibilità di arrivarci tranquillamente in macchina e davanti all’esercizio ci deve essere parcheggio libero per almeno 3 o 5 posti auto.

Fatto ciò occorre aprire la partita iva e svolgere tutta la prassi per l’apertura di una nuova attività e il consiglio è quello di affidarsi ad un bravo commercialista o consulente. Il costo in genere oscilla dalle 300 alle 500 euro per apertura, inquadramento inps ecc.

Una volta trovato il locale è necessario trovare un’azienda partner o meglio un fornitore in grado di fornire tutti i prodotti. Il dispenser non è impossibile da trovare, anzi ci sono aziende in Italia molto valide come ad esempio la Eco Spesa (http://www.ecospesa.com/) in grado di commercializzare distributori automatici.

COSTI APERTURA NEGOZIO DI PRODOTTI SFUSI

Se la vostra è una società di persone come una SNC o una SAS è utile guardare queste due guide:

Costi apertura SAS;
Costi apertura SNC;

I costi fissi di INPS sono di circa 3000 per ogni socio; I costi di consulenza di apertura partita iva, iscrizione camera di commercio ammontano a circa 500 euro; Il costo della location dipende dalla città, dalla dimensione e dalla posizione;

I costi del distributore si possono avere chiedendo un preventivo a:

    EcoSpesa
    Via Don Primo Mazzolari, 31
    41012 Carpi (Mo)
    Italia
    +39 335 464703

VIDEO:

Commenti (3)

  1. salve sarei interessata ad aprire un negozio alla spina di detersivi come devo fare e quantìè il costo grazie

  2. Salve, io è la mia compagna saremmo interessati all’apertura di un negozio alla spina con prodotti km o. Avremmo diverse domande. A chi possiamo rivolgerci?

  3. Salve ho provato a contattare parecchie persone per l’apertuta di un negozio alla spina ma non ho mai ricevuto una risposta.Spero che su questo sito mi potra’ contattare qualcuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>