Guadagnare riciclando carta e cartone

di Vito Verna Commenta

Guadagnare grazie alla raccolta differenziata è possibile ed attuale.

Se esistesse una metodologia di conferimento dei rifiuti che, oltre a farci risparmiare e a farci salvaguardare l’ambiente ci permettesse, sebbene indirettamente, di guadagnare, la raccolta differenziata subirebbe, senza dubbio alcuno, un incremento esponenziale decisamente interessante sia per il consumatore sia per l’ecologia.

GUADAGNARE CON IL FILE SHARING

Devono aver pensato questo i creativi della Eurven, azienda da sempre attiva nell’ideazione e produzione di strumenti adatti alla raccolta, alla compattazione ad al riciclo dei rifiuti solidi urbani e domestici quando, nel corso della più importante fiera ecologica italiana, tenutasi a Rimini negli scorsi giorni, hanno presentato RePaper Me e Big Belly Solar, due nuovi compattatori di carta e cartone da destinare alla Grande Distribuzione Organizzata.

COME GUADAGNARE A NATALE

Questi due nuovi ed innovatissimi sistemi di conferimento dei rifiuti (il secondo, grazie ad un pannello fotovoltaico incorporato, lavora ad emissioni zero), che nei prossimi mesi potremo scorgere all’ingresso dei nostri supermercati di fiducia, presentano molte interessanti peculiarità.

Una di queste, a titolo d’esempio, permette al cittadino di conoscere, in tempo reale, la quantità di anidride carbonica che ha contribuito a risparmiare conferendo i propri rifiuti nei suddetti contenitori.

COMPOSTAGGIO DEI RIFIUTI DOMESTICI

La caratteristica più interessante, però, resta quella di consentire al cliente di guadagnare. Questi compattatori, infatti, sono studiati per far si che, ad ogni chilogrammo di carta o cartone in essi depositato, si trasformi in 10 punti da versare, automaticamente ed immediatamente, sulla carta fedeltà del consumatore che, a quel punto, potrà usarli presso il proprio rivenditore di fiducia per ottenere sconti o premi.

Ecologia conveniente, dunque, sia da una parte che dall’altra, per incentivare il riciclaggio.

Rispondi