Investire con i conti deposito

di GianniPug Commenta

Ecco un valido consiglio per risparmiare/investire nel 2012: usare i conti deposito.

Che in tempi di crisi economico-finanziaria sia veramente possibile risparmiare, appare francamente assurdo.

Che poi questi nostri risparmi si possano addirittura investire, sembra non soltanto assurdo bensì quanto mai inverosimile.

GUADAGNARE SOLDI GRAZIE AI CONTI DEPOSITO

Eppure, grazie ai conti deposito, strumenti finanziari di investimento/risparmio di ultima generazione, quanto sopra descritto potrebbe realmente essere alla portata di chiunque, sia esso il padre di famiglia intenzionato a creare una sorta di fondo d’emergenza nel caso in cui serva, nel minor tempo possibile, una sostanziosa dose di liquidità, sia esso il lavoratore, prossimo alla pensione, che intenda far fruttare, nel migliore dei modi possibili, la propria liquidazione o il proprio TFR.

MODELLO DOMANDA RIMBORSO CONTI DORMIENTI

Proprio ad esigenze di questo particolarissimo tipo, a nostro modestissimo parere, i conti deposito si saprebbero adattare perfettamente, meglio di altri simili strumenti di gestione della liquidità, per queste due peculiari caratteristiche:

non essere minimamente rischiosi, essendo ogni deposito, sino a 100.000 euro per singolo depositante, garantito dal Fondo di Tutela Interbancario dei Depositi

essere uno strumento prettamente di risparmio, dunque sicuro ed elaborato per uno specifico scopo, grazie al quale comunque riuscire, più che adottando altre, purché simili, strategie di investimento/risparmio, a movimentare adeguatamente il nostro capitale al fine di ricavarne una rendita modesta ma sostanziosa.

INTERESSI CONTI DEPOSITO VINCOLATI 2012

In definitiva, dunque, i conti deposito si configurerebbero, nell’attuale scenario economico-finanziario europeo, quale l’ultimo baluardo degli strumenti finanziari dedicati al risparmio in grado di garantire la corresponsione di un notevole interesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>