Esempi di portafoglio a rischio medio per il 2011

di Vito Verna 1

Come guadagnare e come investire grazie ad un portafoglio a rischio medio per il 2011.

Dopo aver analizzato con attenzione i possibili investimenti di questa seconda parte del 2011 e aver proposto un portafoglio a rischio basso per il 2011, vogliamo continuare questa nostra disquisizione elargendo consigli, che speriamo troverete utili, confacenti al vostro specifico caso e tutt’altro che boriosi, per la costruzione, giorno dopo giorno, di un ideale portafoglio a rischio medio per il 2011.

Noterete che, in codesto contesto, la scelta tra obbligazioni ed azioni (le uniche tipologia “consentite” per questa fascia di rischio) sarà dovuta, in maniera quasi a esclusiva, a questioni di carattere economico tanto che la disponibilità finanziaria sarà il valore ultimo e discriminante che sovrasterà questioni di carattere sociale o anagrafico.

Prima di cominciare, però, vedasi un sunto di alcune altre forme di investimento:

Investire nei prodotti postali

Investire in valute estere

Investire in liquidità

Come guadagnare, dunque, nel 2011? Scopriamolo insieme.

PORTAFOGLIO A RISCHIO MEDIO PER UN DIRIGENTE D’AZIENDA CON REDDITO MENSILE PARI A 5.000 EURO

– obbligazioni: 60%

– azioni: 40%

PORTAFOGLIO A RISCHIO MEDIO PER UN LAVORATORE AUTONOMO CON PARTITA IVA E REDDITO MENSILE PARI A 3.000 EURO

– obbligazioni: 70%

– azioni: 30%

PORTAFOGLIO A RISCHIO MEDIO PER IL TITOLARE DI UNA DITTA CON REDDITO MENSILE PARI A 3.500 EURO

– obbligazioni: 75%

– azioni: 25%

Commenti (1)

Rispondi