Modello 730 per dichiarazione redditi 2011

di GianniPug Commenta

Il modello 730 della dichiarazione dei redditi relativi all’anno 2011 dovrà essere presentata al sostituto d’imposta entro il prossimo 30 aprile 2012 oppure consegnato al CAF entro il 31 maggio 2012 oppure al professionista abilitato

Il modello 730 della dichiarazione dei redditi relativi all’anno 2011 dovrà essere presentata al sostituto d’imposta (azienda o ente previdenziale) entro il prossimo 30 aprile 2012 oppure consegnato al CAF (centro di assistenza fiscale) entro il 31 maggio 2012 oppure al professionista abilitato. Il modello 730 è da sempre il principale strumento di pagamento delle imposte da parte delle persone fisiche. La compilazione del modello 730/2012 presenta alcune novità rispetto allo scorso anno. Una delle più rilevanti è senza dubbio la cedolare secca, cioè l’imposta sostitutiva del 21% o del 19% sulle locazioni.

La cedolare secca comprende anche le agevolazioni sull’affitto degli edifici storici e il contributo di solidarietà del 3% che colpirà per tre anni (dal 2011 al 2013) i redditi superiori ai 300.000 euro. Da segnalare anche il taglio del 17% dell’acconto Irpef relativo al 2011. Tra le altre novità c’è la possibilità di utilizzare l’eventuale credito di imposta per il pagamento dell’IMU e la proroga dell’imposta sostitutiva del 10% sul lavoro straordinario (notturno e festivo). Poi ancora le norme sulla detrazione del 36% delle spese di ristrutturazione edilizia e dl 55% su quelle finalizzate al risparmio energetico.

MODULO 730/2012 IN FORMATO PDF DA SCARICARE

E’ stata confermata la possibilità di destinare l’8×1000 (stato o istituzione religiosa) o del 5×1000 (enti soggetti vari, ma si può anche devolvere a soggetti intenti a valorizzare il patrimonio culturale e paesaggistico). Non è tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi il contribuente, non obbligato alla tenuta delle scritture contabili, che possiede redditi per i quali è dovuta un’imposta non superiore a 10,33 euro. Sono esonerati anche coloro che hanno un reddito da lavoro dipendente inferiore agli 8.000€ e chi percepisce pensioni o assegni dal coniuge inferiori ai 7.500€.

PAGAMENTO IMU 2012 PUO’ AVVENIRE IN TRE RATE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>