Previsioni prezzi delle case nel 2013

di GianniPug Commenta

Il 2012 è senza dubbio un anno da dimenticare per il mercato del mattone in Italia. I prezzi delle case sono scesi in media del 4% nelle grandi città, mentre le transazioni immobiliari sono crollate del 40% dai top del 2006

Il 2012 è senza dubbio un anno da dimenticare per il mercato del mattone in Italia. I prezzi delle case sono scesi in media del 4% nelle grandi città, mentre le transazioni immobiliari sono crollate del 40% dai top del 2006, ovvero l’anno boom delle vendite. La crisi del mattone in Italia deriva da una serie di fattori: eccessivo carico fiscale dovuto all’introduzione dell’Imu e altre tasse sugli immobili, crollo del mercato dei mutui, rigidità della domanda e dell’offerta. Dai picchi dei prezzi del 2008, il valore delle case è sceso mediamente del 13,6% nelle grandi città.

A Milano i prezzi sono scesi del 10%, a Roma del 7%. Tuttavia, dal 2002 al 2008 i prezzi delle case erano aumentati fin troppo, per cui ora il calo potrebbe anche essere fisiologica. In realtà, la crisi del mattone arriva in una fase congiunturale molto sfavorevole per il sistema-Italia. Oltre al problema dell’erogazione dei mutui, praticamente nulla negli ultimi mesi, c’è da fare i conti con il peggioramento dello stato di salute del mercato immobiliare.

ISTAT: MATTONE CROLLA DEL 23,7% NEL SECONDO TRIMESTRE 2012

I tempi di trattativa per la compravendita si sono nettamente allungati e il divario tra richiesta e prezzo effettivo è sempre più ampio. Nel breve periodo appare improbabile una risalita dei prezzi delle case, che nel 2013 potrebbero calare ulteriormente. Secondo Nomisma, nel 2013 i prezzi delle case dovrebbero scendere del 4,3% nelle grandi città, mentre nel 2014 “solo” del 2,4%.

RICHIESTE MUTUI CROLLANO DEL 42% NEL TERZO TIMESTRE 2012

La ripresa del mattone è attesa per il 2015, quando si stima una crescita dei prezzi degli immobili dello 0,7%. Diverso è il discorso per le abitazioni in cui andare a vivere. In questo caso entrano in gioco altri fattori, in primis il risparmio dei canoni di locazione che non si pagano. Se si vuole comprare oggi una casa, è meglio accertarsi di ottenere con sicurezza il mutuo o almeno condizionare il versamento di acconti al buon esito di un’istruttoria di mutuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>