Risparmiare sulla bolletta evitando di usare il condizionatore

di Alessandro Bombardieri Commenta

Breve guida per rinfrescarsi senza spendere soldi...

Con l’arrivo del caldo è naturale che ci si trovi più stanchi e svogliati, e questo problema colpisce soprattutto chi deve lavorare in casa o comunque chi deve passare molto tempo all’interno di casa durante queste giornate.


Per evitare di comprare un condizionatore si possono mettere in pratica alcuni consigli, così da risparmiare anche sulla bolletta della luce. Il consiglio principale in questi casi è quello di tenere le finestre chiuse e le tapparelle abbassate quasi del tutto durante la giornata, ed invece di spalancare le finestre durante la notte. Si può sfruttare anche il gioco dei vari locali per lasciare le finestre aperte con le finestre semi abbassate per creare una leggera e piacevole corrente d’aria.

RISPARMIARE SULLA BOLLETTA DELLA LUCE

Si può poi installare un ventilatore a soffitto per areare un locale oppure attaccare un ventilatore portatile nella stanza in cui si sta lavorando. Il ventilatore può tornare molto utile soprattutto nelle ore centrali del giorno, e se acceso dalle 6 alle 12 ore ogni giorno andrà ad aumentare il costo in bolletta di circa 6 euro. Ovviamente sarebbe una buona cosa evitare di accendere forni o fornelli nelle ore più calde del giorno. Al bisogno si può usare un vaporizzatore per spruzzarsi acqua fresca sul viso e sul collo, per avere un rapido sollievo dalla morsa del caldo.

Chi soffre di pressione del sangue bassa deve bere molta acqua e succhi di frutta (preferendo i frullati fatti in casa ai succhi preconfezionati) inoltre si consiglia anche di succhiare qualche pastiglia di liquirizia pura.

Rispondi