Risparmiare, gli italiani hanno cominciato a farlo troppo tardi

di GianniPug Commenta

Gli italiani hanno cominciato troppo tardi a risparmiare? E’ questo che emerge da un sondaggio di Gfk Eurisko per M&G. Il 48% degli intervistati dichiara di aver aspettato troppo prima di iniziare a risparmiare. E il 65% ammette di tenere i propri capitali principalmente sul conto in banca.

Quando si parla di risparmio gli animi si scaldano, specialmente in un periodo duro come quello che da qualche anno stanno passando gli italiani. Poco lavoro, stipendi sempre più bassi e risparmiare davvero diventa molto difficile perché tante sono le spese. Ma c’è anche chi pensa di avere iniziato a mettere da parte soldi troppo tardi, sottovalutando dunque l’importanza del risparmio.

 RISPARMIARE SULLA SPESA, IN QUALI CITTÀ È PIÙ FACILE

Per il 39% delle persone intervistate, pensare al futuro in pensione è la molla principale che spinge al risparmio e investimenti, segue l’esigenza di accantonare per spese quotidiane (23%), acquisto della casa o immobile (19%), scuola o tasse universitarie dei figli (19%), o per una vacanza importante (6%).

EPATITE C, FARMACI TROPPO COSTOSI E GLI ITALIANI RINUNCIANO ALLE CURE 

Gli italiani sono preoccupati e anche molto dal futuro e non potrebbe essere altrimenti visto che diventa sempre più difficile andare in pensione anche per chi ha molti anni di contributi alle spalle. Quando si chiede quale sia la principale preoccupazione finanziaria per il proprio futuro, il 72% degli intervistati indica il costo delle spese per le cure sanitarie presenti e future, segue il timore di perdere il lavoro (39%), il costo per l’educazione dei figli (33%). Segue non avere sufficienti soldi per mantenere uno standard di vita adeguato in pensione (26%), e dover affrontare spese inattese (23%).

Foto | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>