Riscaldamento, consigli per ridurre i consumi

di Cristina Baruffi Commenta

Il nuovo anno ha portato una serie di rincari, a cui le famiglie italiane sono state costrette a far fronte, come l'aumento del costo del riscaldamento.

Il nuovo anno ha portato una serie di rincari, a cui le famiglie italiane sono state costrette a far fronte, come l’aumento del costo del riscaldamento.
Secondo un’indagine fatta dal Centro Europeo Consumatori, fino a cinque anni fa una famiglia spendeva circa 1500 euro annui per le spese stagionali del riscaldamento, mentre ora (nel 2011) sono previsti 200 euro in più per ogni nucleo famigliare.
Per questi motivi sempre più spesso, ci vengono proposte fonti di riscaldamento alternative, per esempio in Puglia l’energia solare è gratis, infatti grazie ad un accordo fatto tra la regione ed Enel.si, ogni singolo cittadino potrà posizionare sul tetto della propria abitazione un pannello solare gratuitamente.


Per tutti gli altri, forniamo una serie di accorgimenti per ridurre considerevolmente i consumi:

– Abbassare la temperatura di un grado rispetto al solito
– Sfiatare i termosifoni prima di accendere il riscaldamento
– Durante la notte è bene abbassare il termostato di almeno 4 gradi
– Non coprire mai i termosifoni con biancheria

Rispondi