Idee economiche per riciclare la scorza degli agrumi

di Ma.Ma. Commenta

La scorza degli agrumi può essere riciclata in molti modi, tutti particolarmente efficaci per risparmiare. Ecco allora qualche idea carina e assolutamente low cost da mettere in pratica per usare la buccia di arance, limoni, mandarini e cedri.

Intanto la scorza degli agrumi ha sempre un ottimo profumo ed è per questo che è ideale per deodorare gli ambienti. Se avete la fortuna di avere il caminetto acceso, buttate la scorza degli agrumi e vedrete che mentre brucerà sprigionerà davvero un ottimo odore. Ma riciclate la buccia di questi frutti anche per pulire e detergere a fondo, lasciando sempre un buon profumo. Raccogliete una buona quantità di buccia di arance, mandarini e limoni, anche mescolati vanno bene, e mettete tutto in un contenitore pieno di con aceto bianco distillato. Lasciate in ammollo per una settimana circa, quindi filtratelo e utilizzate il liquido per le pulizie di casa. Avrete un perfetto prodotto low cost per sgrassare pentole, lucidare bicchieri e pulire taglieri.

RISPARMIARE SULLA PULIZIA DELLA CASA CON IL LIMONE

Usate la buccia di arancia e limone anche per contrastare il brutto odore delle pattumiere: basta metterne dei pezzettini nel sacchetto e vedrete che, quando aprirete il contenitore della spazzatura, non sentirete brutto odore, tutt’altro. Insomma tante piccole idee economiche da mettere in pratica per risparmiare. Senza contare che la scorza degli agrumi è anche ottima per essere utilizzata in cucina: quella del limone è utile per preparare il canarino, tisana ottima per combattere la digestione lenta; ma potete usare la buccia degli agrumi anche e soprattutto per la preparazione di biscotti e torte fatte in casa.

Foto | Thinkstock

Rispondi