Detrazioni acquisto prima casa 2013

di Alessandro Bombardieri Commenta

La prima casa o abitazione principale, è l’abitazione in cui il contribuente o i suoi familiari dimorano abitualmente. Proprio per questo la detrazione spetta al contribuente acquirente e intestatario del contratto di mutuo, anche se l’immobile è usato come abitazione principale da un suo familiare. Per avere la detrazione l’immobile deve essere adibito ad abitazione principale entro un anno dall’acquisto, e l’acquisto deve essere avvenuto nell’anno antecedente o successivo al mutuo.


Sono detraibili dall’imposta gli importi degli interessi passivi e degli oneri accessori pagati nel 2012 per i mutui, indipendentemente dalla scadenza della rata. Tuttavia non danno diritto alla detrazione gli interessi pagati per aperture di credito bancario o di cessione dello stipendio derivanti da finanziamenti diversi da quelli relativi a contratti di mutuo, pure se con garanzia ipotecaria su immobili. Nel caso in cui il mutuo ecceda il costo sostenuto per l’acquisto dell’immobile, possono essere portati in detrazione gli interessi relativi alla parte del mutuo che copre il costo, aumentato delle spese notarili e degli altri oneri accessori relativi all’acquisto. In caso di mutuo intestato a più persone, ogni cointestatario può usufruire della detrazione solamente per la propria quota di interessi.

DETRAZIONI FISCALI PER FAMILIARI A CARICO

Gli oneri accessori su cui si può calcolare la detrazione sono le spese necessarie alla stipula del contratto di mutuo, come l’importo delle maggiori somme corrisposte a causa delle variazioni del cambio per mutui stipulati in altra valuta, le imposte per l’iscrizione o la cancellazione di ipoteca e l’imposta sostitutiva sul capitale prestato, le spese di istruttoria, notarili e la penalità per anticipata estinzione del mutuo. Sono sempre incluse le spese sostenute dal notaio per conto del cliente per l’iscrizione e la cancellazione dell’ipoteca. Sono detraibili pure i compensi pagati alle agenzie di intermediazione immobiliare per l’acquisto dell’immobile da adibire ad abitazione principale. L’importo detraibile non può essere superiore a 1.000 euro.

Rispondi