Come riciclare gli avanzi delle saponette per risparmiare

di Ma.Ma. Commenta

Gli avanzi delle saponette possono essere riusati in moltissimi modi e tutti si rivelano utili per profumare, seppur in modo diversi, la casa.

Gli avanzi delle saponette possono essere riusati in moltissimi modi e tutti si rivelano utili per profumare, seppur in modo diversi, la casa. Gli avanzi delle saponette sono solitamente destinati ad essere buttati via ma con il riciclo eviterete qualsiasi tipo di spreco.

Intanto gli avanzi delle saponette possono diventare una saponetta nuova di pacca. Se ogni volta li mettete da parte senza buttarli, avrete poi tanti piccoli pezzettini da riusare. Basterà inumire gli avanzi di saponetta, unirli schiacciandoli con forza in modo che si attacchino e avrete una nuova saponetta da poter usare per lavarvi le mani. Ancora, potrete usare gli avanzi per inserirli nel classico guanto per la doccia, quello che usate per eliminare le cellule morte dalla pelle del corpo, semplicemente strofinando con delicatezza. Bagnandolo con dell’acqua il guanto saponato sprigionerà schiuma e vi consentirà di detergervi al meglio in pochissime mosse. Gli avanzi delle saponette possono essere molto utili anche quando viaggiate: invece di buttarli, dunque, conservateli perché in situazioni particolari potreste avere bisogno di un po’ di sapone per lavarvi al volo (e non sempre è disponibile).

I vecchi pezzettini di sapone possono essere utili anche per profumare la vostra biancheria intima: metteteli nei cassetti dove tenete mutande, reggiseni e calzini e vedrete che ogni volta che aprirete il cassetto sentirete un buon odore perché la fragranza dels apone si sprigionerà subito. Insomma i modi per riciclare gli avanzi delle saponette sono tantissimi e tutti si rivelano essere davvero molto utili in ottica risparmio.

Foto | Thinkstock

 

 

 

 

 

Rispondi