Come ottenere detrazioni ecobonus 2013

di Alessandro Bombardieri Commenta

Fino al prossimo mese di dicembre è possibile usufruire degli ecobonus 2013, che hanno come obiettivo quello di incentivare i cittadini a realizzare interventi domestici che possano ridurre i consumi di energia, andando a tagliare anche i costi della fornitura gas e luce.


La detrazione del 50% sulla spesa effettuata (per un massimo di 10.000 euro da spalmare in 10 anni) viene applicata per mobili comprati solo dopo il 6 giugno 2013 e per elettrodomestici, condizionatori e caldaie comprati dopo il 4 agosto. Non ha dunque senso fare richieste per acquisti effettuati prima. Ogni utente ha diritto a richiedere l’accesso al bonus entro il 31 dicembre, inoltre il limite dei 10.000 euro di spesa è aggiuntivo rispetto ai 96.000 euro individuati come limite massimo di spesa su cui ottenere la detrazione per le ristrutturazioni.

Bisogna sottolineare che i benefici fiscali cui dà diritto l’ecobonus risultano effettivi soltanto per chi effettua lavori usufruendo della specifica detrazione. I lavori in questione possono essere la manutenzione straordinaria, il restauro e risanamento conservativo, gli interventi necessari alla ricostruzione dell’immobile danneggiato da calamità naturali e per quelli finalizzati alla ristrutturazione edilizia. Il bonus quindi spetta anche per piccoli lavori, tranne che per gli interventi di manutenzione ordinaria.

DETRAZIONI SPESE MEDICHE 2013

Il bonus vale anche per mobili comuni come tavoli, divani o sedie e non solo per l’acquisto di mobili da incasso destinati a contenere gli elettrodomestici, come si credeva in un primo momento. Per avere l’incentivo l’utente deve effettuare un bonifico bancario o postale indicando il codice fiscale di chi paga. Bisogna conservare le ricevute dei pagamenti, da inserire poi nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno 2013.

Rispondi