Conseguenze del mancato pagamento di una rata del prestito

di Alessandro Bombardieri Commenta

Cosa succede se non si paga una rata del prestio?

Il mancato pagamento delle rate mensili di un prestito rende il titolare del prestito inadempiente nei confronti della banca. L’istituto di credito di conseguenza prenderà una serie di provvedimenti a partire dalla maggiorazione degli interessi dovuti applicando una mora.

L’importo di mora può essere visualizzato consultando il contratto di finanziamento dove questi costi devono essere elencati in modo da permettere al cliente di conoscere le conseguenze in caso di mancato pagamento.


Oltre a questo il nome del cliente che non paga la rata potrebbe essere inserito nella lista dei cattivi pagatori e quindi segnalato anche alla Centrale Rischi, ossia gli enti di tutela del credito che vengono consultati da banche e istituti di credito. Questo può avvenire 15 giorni dopo l’invio del preavviso di iscrizione da parte della banca che avvisa del mancato pagamento. Se non si paga subito la rata l’istituto segnalerà il nominativo come cattivo pagatore. Chiaramente questo si ripercuoterà negativamente in futuro in caso di altre richieste di prestito.

DIRITTO DI RECESSO PRESTITO

Un’altra conseguenza del mancato pagamento di una rata potrebbe essere il recesso anticipato del prestito da parte della banca, obbligando il cliente a pagare tutte le spese bancarie e di protesto e gli oneri sostenuti per il recupero delle somme dovute. L’utente potrebbe trovarsi costretto pure a pagare una penale per non aver rispettato i termini prestabiliti in fase di stipula del prestito.

In questi casi si può chiedere alla banca una rinegoziazione del prestito per allungarne la durata con la riduzione delle rate mensili. L’alternativa è quella di optare per prestiti personali flessibili che consentono di rimandare il pagamento delle rate in caso di difficoltà.

Rispondi