Gratta e Vinci alle Poste

di Lucia Guglielmi Commenta

Poste Italiane per parecchi milioni di italiani rappresenta ed ha rappresentato un vero e proprio tempio della fiducia e della sicurezza. Ad affermarlo nella giornata di ieri sono state le Associazioni di Consumatori Adusbef e Federconsumatori.

Poste Italiane per parecchi milioni di italiani rappresenta ed ha rappresentato un vero e proprio tempio della fiducia e della sicurezza. Ad affermarlo nella giornata di ieri sono state le Associazioni di Consumatori Adusbef e Federconsumatori visto che Poste Italiane è una società pubblica, e visto che i risparmi depositati o investiti, ad esempio, sui libretti postali e/o sui buoni fruttiferi godono della garanzia massima, quella offerta dallo Stato italiano.

Per questo secondo le due Associazioni è sbagliato che, attraverso la vendita dei “Gratta e Vinci“, gli Uffici postali diventino una sorta di tempio del gioco quando invece per decenni, nonostante spesso le lunghe file, è stato, ed è ancora peraltro, il tempio, il porto sicuro dove mettere i risparmi.



GRATTA E VINCI PIU’ VINCENTI

La crisi finanziaria ed economica ha generato nella società italiana malessere ed insofferenza, che spesso si è tradotto in povertà; tutto ciò ha innescato una vera e propria corsa al gioco, dal Gratta e Vinci al Win For Life e passando per il lotto e le scommesse, spesso anche online, al fine di sperare in una grossa vincita e riscattare ogni difficoltà.

GRATTA E VINCI TRUCCHI PER VINCERE

Per questo secondo le due Associazioni l’introduzione del Gratta e Vinci alla Posta non rappresenta un buon esempio in una realtà come quella attuale caratterizzata da un’ampia offerta dei Monopoli riguardo ai giochi d’azzardo. Basti pensare alla recente introduzione del cosiddetto “poker cash” che rappresenta una miniera d’oro per i concessionari, ed un rischio per le famiglie dove ci sono persone “malate” di gioco.

Rispondi