Come ridurre i costi del proprio conto corrente

di Alessandro Bombardieri Commenta

migliori-conti-correnti-settembre-670x280

Secondo l’Antitrust i conti correnti bancari in Italia sono troppo cari e potrebbero scendere mediamente anche di 180 euro. In questo articolo vi indichiamo alcuni consigli utili per risparmiare sulle spese del proprio conto, arrivando anche a spendere 180 euro in meno all’anno.


1. Controllare almeno ogni mese l’estratto conto
Ovviamente il consiglio principale è quello di controllare molto spesso il proprio conto corrente, così da individuare quanto costa mantenere il conto. In questo modo si tengono controllate tutte le uscite e le entrate.

2. Negoziare condizioni migliori
È possibile informarsi sui propri diritti e sulle proprie garanzie, recandosi anche in banca per negoziare condizioni più vantaggiose. Una recente indagine della Banca d’Italia ha appurato che i vecchi conti correnti costano il 40% più di quelli nuovi, per questo bisogna aggiornarsi sulle offerte.

MIGLIORI CONTI DEPOSITO SETTEMBRE 2013

3. Conti online
Le alternative online ai classici conti correnti permettono di risparmiare diversi euro ogni anno, ed ormai ogni istituto bancario ne offre. Un’indagine Antitrust ha verificato che online è possibile ridurre i costi dal 30 al 40%.

4. Confronto con altre banche
Se l’attuale conto corrente non è soddisfacente, è diritto dell’utente guardarsi in giro per cercare un’offerta migliore. Ci si può recare in banca e chiedere il trasferimento di denaro, appoggio di altri strumenti finanziari e domiciliazioni altrove. Ognuno può scegliere la banca che preferisce.

5. Controllo dei costi
Si possono tagliare servizi che non servono, come per esempio l’opzione trading online o altri strumenti come carte di credito. In sostanza bisogna scegliere per quali servizi vale la pena pagare.

Rispondi