Bonus bici, ecco tutti i consigli dal Ministero per usare lo sconto

di Daniele Pace Commenta

Aspettando che la piattaforma web dedicata al bonus bici venga finalmente messa online, cerchiamo di capire meglio cos’è il bonus bici e come si può ricevere il beneficio per l’acquisto di un simile mezzo o di un servizio correlato.

Le due fasi di attivazione del bonus bici 2020

Il bonus mobilità si può ottenere solamente sfruttando un’app web oppure la piattaforma di cui siamo parlando, che sarà accessibile a breve anche direttamente sul portale dedicato al Ministero dell’Ambiente, entro due mesi dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale che andrà ad attuare il Programma denominato buono mobilità. Per poter eseguire l’accesso all’applicazione, è fondamentale avere a disposizione le credenziali Spid.

A partire dal 4 maggio scorso fino al primo giorno in cui sarà operativa l’app web, ci sarà il rimborso al soggetto beneficiario. Per poter ottenere il contributo, bisogna conservare la fattura, e non lo scontrino, e poi inviarlo scansionato in allegato insieme alla richiesta che dovrà essere presentata sull’app web una volta che sarà entrata in funzione.

Nella seconda fase, ovvero quella che prenderà il via dal momento in cui l’applicazione web sarà finalmente operativa, ecco che ci sarà uno sconto diretto che verrà applicato dal negozio in cui si acquisterà il bene richiesto, sfruttando un buono di spesa digitale che tutti i beneficiari potranno provvedere ad attivare direttamente sull’app web. In poche parole, gli interessanti ad avere il bonus bici dovranno inserire direttamente sull’app web il mezzo piuttosto che il servizio che hanno intenzione di comprare e poi la piattaforma produrrà in automatico il buono spesa digitale che dovrà essere consegnato esclusivamente ai fornitori autorizzati, in maniera tale da poter provvedere al ritiro del bene o del servizio richiesti.

Chi può sfruttare il bonus bici 2020?

Tutti coloro che hanno compiuto la maggiore età e che hanno la residenza nei capoluoghi di Regione, nei capoluoghi di Provincia (in entrambi i casi con una popolazione anche sotto i 50 mila abitanti) e nei Comuni che hanno almeno 50 mila abitanti, oltre a quelli legati alle 14 città metropolitane.

Cosa si può comprare?

Tramite il bonus bici 2020 c’è la possibilità di completare l’acquisto di bici nuove oppure usate, sia i modelli tradizionali che quelli a pedalata assistita, ma anche delle innovative handbike, sia nuove che usate. Inoltre, si può sfruttare anche per l’acquisto di veicoli nuovi o usati dedicati alla mobilità personale a motorizzazione in prevalenza elettrica, come ad esempio monopattini, hoverboard e segway, ma anche servizio di mobilità condivisa ad impiego individuale, tranne quelli che prevedono l’utilizzo di automobili.

Rispondi