Gasolio, all’orizzonte spuntano ancora altre accise

di Daniele Pace Commenta

Sembra proprio che sia un periodo stregato per il gasolio. Infatti, dopo essere stato messo in una posizione decisamente scomoda per tanto tempo, al punto tale che le vendite di auto che funzionano a diesel sono letteralmente crollate, ecco che adesso all’orizzonte si staglia un altro problema.

Gasolio, nuove accise e prezzi in aumento

Stiamo facendo riferimento al fatto che il gasolio sta per essere oggetto di un altro, importante, aumento delle accise, con i prezzi che cresceranno in maniera considerevole alla pompa, per la delusione di tutti coloro che hanno un’auto che va a diesel.

Le indiscrezioni sull’aumento del prezzo del gasolio e sull’introduzione di nuove accise sono state rilanciate da parte del quotidiano “Il Messaggero”, secondo cui le accise del gasolio raggiungeranno lo stesso livello di quelle della benzina. Al giorno d’oggi, le accise che colpiscono il diesel toccano la quota di 0.167 euro al litro. Si tratta di una somma già decisamente importante, mentre sulla benzina le medesime accise toccano addirittura la somma di 0,728 euro al litro.

Un altro balzo in alto per le tasse sul diesel, che porterebbe il prezzo del gasolio a pareggiare praticamente quello della benzina verde. I prezzi alla pompa, infatti, dovrebbero oscillare tra 1,3 e 1,6 euro al litro. Uno scenario che potrebbe senz’altro diventare ancora più nefasto nei percorsi autostradali, dove già ora i carburanti vanno a toccare quasi i 2 euro per ciascun litro di carburante.

C’è da chiedersi su cui si rifletterebbero i vantaggi di una tale mossa che sembra senza senso? A trarne beneficio sarà indubbiamente lo Stato, dal momento che il gettito che entrerà nelle casse dell’apparato burocratico italiano andrà ad aumentare di qualcosa come 5 miliardi di euro.

È vero che questi soldi dovrebbero essere poi reinvestiti per i servizi pubblici, però è altrettanto utile e lecito domandarsi il motivo per cui si attua un vero e proprio tartassamento sugli automobilisti. È propria questa categoria, infatti, quella più colpita da parte delle accise. Una situazione che dura già da diverso tempo, ma che sta toccando dei livelli ben poco sostenibili, visto che le tasse totali raggiungono una pazzesca quota del 71% rispetto al prezzo alla pompa di ciascun litro.

Rispondi