Benzina nasce la borsa dei carburanti

di ND82 Commenta

E’ una vera e propria rivoluzione per il mondo dei carburanti in Italia. Si prospetta una maggiore liberalizzazione e si spera anche una maggiore transparenza nella formulazione dei prezzi della benzina e del diesel

E’ una vera e propria rivoluzione per il mondo dei carburanti in Italia. Si prospetta una maggiore liberalizzazione e si spera anche una maggiore transparenza nella formulazione dei prezzi della benzina e del diesel, che da troppo tempo stanno evidenziando rincari eccessivi rispetto alle quotazioni espresse sui mercati internazionali. Allo scopo di recepire le direttive europee in tema di sicurezza del sistema dei carburanti, sarà centralizzata la gestione delle scorte. Finora questa era stata una prerogativa delle compagnie petrolifere e “appoggiata” sui depositi esteri.

Ora nasce, invece, l’Organismo centrale di stoccaggio italiano, ovvero Ocsit, che sarà affidato all’Acquirente unico, che già si occupa degli approvvigionamenti di elettricità per il mercato tutelato. Nello stesso decreto legislativo del pre-consiglio dei ministri, in attesa della riunione ufficiale di governo di venerdì, all’articolo 22, viene annunciata la creazione di una borsa dei carburanti. Il decreto prevede che entro 180 giorni dovranno essere istituite le modalità di funzionamento.

La gestione della nuova borsa sarà affidata al Gme, ovvero al gestore dei mercati energetici. La nuova borsa dei carburanti dovrebbe consentire, almeno nelle intenzioni del governo, una maggiore trasparenza dei prezzi, efficienza e una diminuzione dei prezzi finali praticati ai consumatori. Grazie all’Ocsit la sicurezza petrolifera italiana sarà maggiormente slegata dagli interessi degli operatori economici, che non sempre vanno a braccetto con quelli dell’interesse generale.

La borsa dei carburanti è il pilastro del disegno di liberalizzazione del governo. Con l’Ocsit si cerca di mettere a disposizione degli operatori una piattaforma in grado di garantire un punto di incontro tra domanda e offerta all’ingrosso di prodotti petroliferi liquidi per autotrazione. Il Gme sarà il gestore-garante, sulla falsariga del ruolo adottato nella borsa elettrica.

Rispondi