Tipologie di libretti di risparmio postale

di dikastyle Commenta


I libretti di risparmio postale rappresentano un’ottima soluzione per parcheggiare i propri risparmi ottenendo al contempo una discreta remunerazione. Esistono diverse tipologie di libretti di risparmio postale, che si differenziano oltre che per il tasso di interesse applicato anche per le diverse tipologie di soggetti che possono richiederne l’apertura.


Libretto postale nominativo ordinario: è il classico libretto postale che può essere intestato fino ad un massimo di quattro persone e che consente, oltre che di parcheggiare liquidità, anche di accreditare la pensione Inps o Inpdap e di sottoscrivere Buoni Fruttiferi Postali dematerializzati. Al libretto postale nominativo ordinario è possibile associare la carta libretto postale, che consente di versare e prelevare in tutti gli uffici postali e di ritirare contante presso gli sportelli automatici del circuito Postamat fino a 600 euro al giorno e fino a 2.500 euro mensili.

Libretto postale nominativo ordinario Smart: è una particolare tipologia di libretto postale molto simile al libretto nominativo ordinario ma che in più consente al titolare di usufruire del cosiddetto servizio Risparmio Postale Online (RPOL), disponibile soltanto per i titolari di un Libretto Smart e che consente di consultare il saldo e la lista movimenti; consultare la posizione in Buoni dematerializzati collegati al Libretto Smart; sottoscrivere e rimborsare i Buoni Fruttiferi Postali dematerializzati.

Libretti postali dedicati ai minori: possono essere intestati esclusivamente a soggetti minori e risultano particolarmente vantaggiosi sul fronte degli interessi riconosciuti. Ne esistono tre tipologie, che si differenziano l’una dall’altra per l’età del minore: “Io Cresco” da 0 a 12 anni; “Io Conosco” da 12 a 14 anni; “Io Capisco” da 14 a 18 anni.

Libretto ordinario al portatore: è intestato esclusivamente a chi ne richiede l’apertura e chiunque, semplicemente presentando il libretto e esibendo un documento di identità, può effettuare prelievi e versamenti. La giacenza non può essere pari o superiore a 1.000 euro, come stabilito dalle norme anti-riciclaggio.

Libretto giudiziario: è una particolare tipologia di libretto postale che assume una funzione di natura cautelare, ovvero quella di accogliere somme di denaro derivanti da procedimenti giudiziari su richiesta dell’autorità giudiziaria.

Rispondi