Come risparmiare con gli elettrodomestici della cucina

di Ma.Ma. Commenta

Qualche piccola attenzione in cucina è quello che basta per risparmiare energia.

La cucina è uno degli ambienti della casa nel quale il dispendio di energia è altissimo: sappiamo infatti che forno, frigorifero e gas consumano davvero molto regalandoci spesso bollette salatissime di cui faremmo anche a meno, specialmente in tempi duri come questi. E allora come risparmiare in cucina, con poche mosse utili però a farci tagliare un po’ i costi mensili?

Intanto è fondamentale mettere molta attenzione nell’utilizzo degli elettrodomestici. Il frigorifero per esempio non va tenuto aperto per troppo tempo: quando lo aprite, prendete quello che vi serve e rcihiudetelo all’istante perché questo piccolo gesto vi consentirà di risparmiare energia in modo davvero molto semplice. Se dovete riscaldare alcuni cibi presi dal frigorifero, ricordatevi di toglierli sempre un po’ prima per fare recuperare loro una temperatura più normale. Dovrete così usare meno gas perché, se meno freddi, si riscalderanno più velocemente.

Quando usate pentole, qualunque esse siano, cercate sempre di associare anche i coperchi. Esempio pratico: l’acqua della pasta arriverà prima ad ebillizione se coprite la pentola e il risultato sarà che avrete speso meno gas per riscaldarla. Cercate sempre di utilizzare anche il fornello delle dimensioni giuste. Se la pentola è di grandezza media usate il fornello medio altrimenti il calore, nel caso usaste quello di grandi dimensioni, andrà perduto. Anche il forno necessita di qualche attenzione in più: quando state cuocendo i cibi, spegnetelo sempre qualche minuto prima della fine cottura: il forno rimane caldo per un bel po’, anche dopo spento, e voi risparmierete un pochino sui costi.

Foto | Thinkstock

 

 

Rispondi