Come curare l’azalea

di Ma.Ma. Commenta

L’azalea è una pianta molto amata anche in Italia: proviene dalle zone montuose ma anche nel nostro Paese ha trovato largo impiego. Ha bisogno di cure per crescere bella e rigogliosa. Sapete come comportarvi per prendervi cura di questa pianta?

In generale, il tipo di azalea che trova più spazio in Italia è quella da esterno, in grado dunque di crescere rigogliosa anche se le temperature calano. E’ l’azalea a foglia caduca, quella dunque più indicata per essere coltivata dalle nostre parti. Prima di piantarla, assicuratevi che il terreno sia acido.

COME COLTIVARE LO ZAFFERANO IN VASO 

Piantatela quando la stagione è bella in modo da farla abituare piano piano alle condizioni climatiche e farsi trovare pronta per l’inverno, quando inevitabilmente le temperature scendono. Come curarla nel migliore dei modi? Occorre sapere che l’azalea è è una pianta piuttosto sensibile, quindi tende ad ammalarsi quando le condizioni climatiche o l’irrigazione non sono sufficienti.

COME COLTIVARE LA SALVIA IN CASA

Riconoscere i primi segnali di difficoltà da parte della pianta è fondamentale, quindi, per prendersene cura. Ecco alcuni aspetti che non devono passare indifferenti. Se le foglie e i fiori sono sbiaditi significa che la pianta ha bisogno di acqua, mentre in caso di foglie gialle o macchiate vuol dire che con tutta probabilità la pianta è stata attaccata dal ragnetto rosso. Se la temperatura è troppo alta l’azalea presenterà foglie e fiori con macchie scure. Fate attenzione a questi piccoli particolari per prendervi cura della azalea nel migliore dei modi.

Foto | Thinkstock

Rispondi