Conto inTasca è la proposta ricaricabile del Credito Valtellinese

di Alessandro Bombardieri Commenta

CreVal

Il Credito Valtellinese propone Conto inTasca come alternativa ad un classico conto corrente: si tratta di una carta ricaricabile che include le funzioni principali di un conto.

Conto inTasca di Credito Valtellinese ha attivazione e canone annuo gratuiti, consente di accreditare stipendio o pensione, domiciliare le utenze, effettuare e ricevere bonifici (con l’IBAN che si trova sulla carta). Si può pagare e prelevare contante in tutto il mondo, effettuare acquisti su Internet e ricaricare la carta (via Internet, ATM o presso gli sportelli CreVal).

Per controllare comodamente Conto inTasca via Internet, si può richiedere in filiale [email protected], l’home banking gratuito del Credito Valtellinese; in questo modo si possono fare bonifici, caricare e scaricare la carta, consultare saldo e movimenti, ricaricare il proprio cellulare. La sicurezza è garantita da una password usa e getta che si riceverà direttamente via SMS.

Conto inTasca può essere gestita per quanto riguarda prelievo, consultazione saldo e movimenti, ricariche di carta e cellulare dagli ATM-Bancomat, 24 ore al giorno e 7 giorni su 7; per le operazioni di accredito e le informazioni ci sono le oltre 500 filiali del gruppo, oltre alla possibilità di effettuare bonifici e di scaricare il saldo.

Conto inTasca è l’innovativa carta ricaricabile over 18 che ha in sé le principali caratteristiche di un conto corrente tradizionale e con attivazione e canone annuo gratuiti. Puoi accreditare lo stipendio, domiciliare le utenze, fare e ricevere bonifici usando l’IBAN che trovi sulla carta, come se fosse un vero conto corrente. Con Conto inTasca puoi inoltre pagare i tuoi acquisti su internet, presso i negozi in Italia e all’estero e prelevare fino a 1.000 € al giorno presso gli sportelli ATM-bancomat. L’attivazione e il canone annuo sono gratuiti.

Rispondi