Sacchetti ecologici troppo cari

di Cristina Baruffi Commenta

Con il nuovo anno è partito l'obbligo d'uso, nei supermercati italiani, dei sacchetti ecologici.

Si preannuncia un 2011 pieno di rincari di ogni genere, infatti, con il nuovo anno è partito l’obbligo d’uso nei supermercati italiani dei sacchetti ecologici.
L’iniziativa è sicuramente meritevole, tuttavia i consumatori ci hanno fatto notare che questo tipo di borse biodegradabili, costano fino a 10 centesimi l’una, così hanno fatto un’esposto all’Aduc per far presente il prezzo eccessivo.
Il Movimento Consumatori di Andria ha affermato che l’idea è apprezzabile, ma oltre ai sacchetti biodegradabili i comuni di tutt’Italia, dovrebbero impegnarsi a punire severamente coloro che non rispettano la raccolta differenziata, mentre i consumatori dovrebbero utilizzare per la spesa, borse di tessuto.
Secondo il Movimento parte della colpa è attribuibile alle persone che non sono abbastanza responsabili da un punto di vista ambientale.


Posizione molto diversa è quella di un geologo, che incuriosito dall’argomento ha deciso di fare analizzare le shoppers biodegradabili da un gruppo di esperti, scoprendo con stupore che le borse incriminate non sono fatte interamente in Mater Bi (plastica di mais) ma contengono un’alta percentuale di poliestere per garantirne la resistenza. Quindi secondo questi test, sembrerebbe che la biodegradabilità sia del 10%, se fosse davvero così, ha davvero senso spendere di più senza garantire benefici all’ambiente, lasciando le tasche degli italiani senza soldi?

Rispondi