Enrico Cerreto: il patrimonialista è il fiduciario dei clienti

di Redazione Commenta

Enrico Cerreto: il patrimonialista è il fiduciario dei clienti

“Oggi il consulente patrimoniale è il punto di riferimento degli interessi economici e finanziari di persone, famiglie, aziende”. È chiaro il messaggio di Enrico Cerreto, consulente patrimoniale, che mette in luce una figura professionale in uno scenario come quello di oggi, instabile dal punto di vista economico e finanziario.

Lo sviluppo del mercato degli investimenti, la globalizzazione e i cambiamenti che hanno profondamente trasformato la società negli ultimi decenni, hanno modificato le esigenze degli investitori. In questo quadro una figura fondamentale è rappresentata proprio dal consulente patrimoniale.

Figura professionale del tutto inedita e nuova che si è affermata sempre più grazie alle capacità relazionali e al rapporto di fiducia instaurato con il cliente, rapporto che non si limita solo alla gestione del denaro ma tocca anche aspetti familiari e aziendali.

“La prima fase di una consulenza patrimoniale – sostiene Enrico Cerreto – è l’ascolto del cliente, a seguire la conoscenza del contesto familiare, del patrimonio e soprattutto degli obiettivi che il cliente si è prefissato. Il professionista durante il percorso di attività con il cliente deve inoltre considerare un eventuale passaggio generazionale del patrimonio accumulato. Tutto questo ruota attorno al principio che la pianificazione patrimoniale e finanziaria è uno strumento per migliorare la qualità della vita degli individui”.

Nella formazione del consulente patrimoniale c’è una preparazione tecnica di ampio raggio che spazia in molti ambiti, da quello giuridico, a quello finanziario, fiscale, assicurativo e non solo.

“Il consulente patrimoniale – spiega Enrico Cerreto – deve essere capace di acquisire conoscenze ed informazioni trasversali che vadano dall’ambito fiscale a quello successorio, da quello immobiliare a quello imprenditoriale. Dovrà essere il ‘fiduciario’ dei suoi clienti per quanto riguarda la cura e la tutela degli interessi patrimoniali della famiglia”.

Una delle caratteristiche professionali del patrimonialista è la capacità di analisi e diagnosi preventiva del rischio patrimoniale.

“Un’accurata analisi patrimoniale preventiva – osserva il consulente patrimoniale Enrico Cerreto – ed il monitoraggio costante della ricchezza della famiglia consentono di elaborare una strategia di protezione”.

Enrico Cerreto è iscritto all’albo dei consulenti finanziari con mandato di Fideuram SpA da aprile 2001, anno in cui entra in Fideuram presso la sede di Napoli. La sua attività bancaria è iniziata nell’89 presso la Citibank Italia di Napoli, poi divenuta Banco Ambrosiano Veneto fino al 2001. Oggi si occupa di tutela, gestione e trasmissione di patrimoni per clienti la cui ricchezza finanziaria è di 500mila euro di soglia minima.

Rispondi